In questa pagina abbiamo piacere di inserire casi clinici seguiti per particolari caratteristiche individuate in corso d’opera. Ovviamente il materiale pubblicato è totalmente anonimo per il rispetto della privacy dei pazienti.

Dott.Giovannini

2 weeks ago

Studio Chirurgico Giovannini

Ringrazio gli amici di ÈTv ed i Colleghi di Tricomedit per l'intervento televisivo di ieri. ...

Ringrazio gli amici di ÈTv ed i Colleghi di Tricomedit per lintervento televisivo di ieri.

 

Comment on Facebook

You are now a TV personality.......bravo!! Your friend Mr. Bean.

Ciao Matteo giovannini ci vediamo a villa Alba

+ View previous comments

Buona Befana a tutti! ...

Buona Befana a tutti!

 

Comment on Facebook

grazie dott Giovannini

Ciao matteo giovannini buon epifania

Grazie mille a voi!

+ View previous comments

2 months ago

Studio Chirurgico Giovannini

www.rivelazioni.com ...

Video image

 

Comment on Facebook

Happy New Year to you Matteo and of course your beautiful family. Your friend. Mike

+ View previous comments

I più cari auguri di Buon Natale! ...

View on Facebook

 

Comment on Facebook

Thank you very much! Merry Christmas to you!

Happy Christmas Matteo and your wonderful family. Your friend Mike

Buon Natale studio chirurgico Giovannini auguri

Tantissimi auguri!!!!

Happy Christmas Mugsie.. luv Elaine x

Ciao Matteo buon Natale ci vediamo a villa Alba nei prossimi giorni

+ View previous comments

2 months ago

Studio Chirurgico Giovannini

Vi vorrei mostrare oggi la conseguenza della rimozione di una callosità cutanea pedidia: l'inoculazione di patogeni nei tessuti molli in corrispondenza del I dito è stata responsabile di un flemmone importante che ha visto una rapida estensione in senso prossimale. Come si vede da queste immagini (RM con filtri cromatici) si osserva una vistosa raccolta al I metacarpale. Le dimensioni approssimative erano stimate in 22 mm circa. Ha richiesto una bonifica con posizionamento di drenaggi sino a normalizzazione. ...

Vi vorrei mostrare oggi la conseguenza della rimozione di una callosità cutanea pedidia: linoculazione di patogeni nei tessuti molli in corrispondenza del I dito è stata responsabile di un flemmone importante che ha visto una rapida estensione in senso prossimale. Come si vede da queste immagini (RM con filtri cromatici) si osserva una vistosa raccolta al I metacarpale. Le dimensioni approssimative erano stimate in 22 mm circa. Ha richiesto una bonifica con posizionamento di drenaggi sino a normalizzazione.Image attachment

3 months ago

Studio Chirurgico Giovannini

Come scritto in un post precedente vi mostro l'esito di un trattamento chirurgico per piede diabetico.
Trovo che il risultato sia estremamente interessante anche considerando il fatto che spesso queste lesioni sono oggetto di ripetute amputazioni.
Indubbiamente la fase chirurgica iniziale risulta indispensabile ma i trattamenti successivi sono solamente iniezioni di cellule autologhe prelevate dal sangue.
...

Come scritto in un post precedente vi mostro lesito di un trattamento chirurgico per piede diabetico.
Trovo che il risultato sia estremamente interessante anche considerando il fatto che spesso queste lesioni sono oggetto di ripetute amputazioni.
Indubbiamente la fase chirurgica iniziale risulta indispensabile ma i trattamenti successivi sono solamente iniezioni di cellule autologhe prelevate dal sangue.Image attachmentImage attachment

 

Comment on Facebook

ciao dott STUDIO Studio Chirurgico Giovannini come stai io continuo ad avere dolori riesci a vedermi a villa alba

bravo, bravo, bravo! complimenti!

GRANDE DOC!!!!!!!!!

Risultato spettacolare.

Di sicuro è 1 ottimo risultato.bravo

Grande risultato

Grande dottor giovannini

+ View previous comments

Vorrei segnalare che la chat che compare nell'angolo in fondo a destra nella homepage di www.matteogiovannini.it (Web Istant Messenger) chiede un contatto per risalire a chi ha necessità di informazioni. Chiudendo la pagina si chiude la conversazione per cui diventa impossibile ricontattare. Se non avete modo di attendere la risposta (purtroppo in sala operatoria non è possibile farlo e non posso delegare altri) vi invito a formulare la domanda alla pagina contatti. Grazie mille. ...

Vorrei segnalare che la chat che compare nellangolo in fondo a destra nella homepage di www.matteogiovannini.it (Web Istant Messenger) chiede un contatto per risalire a chi ha necessità di informazioni. Chiudendo la pagina si chiude la conversazione per cui diventa impossibile ricontattare. Se non avete modo di attendere la risposta (purtroppo in sala operatoria non è possibile farlo e non posso delegare altri) vi invito a formulare la domanda alla pagina contatti. Grazie mille.

 

Comment on Facebook

grande dott matteo giovannini salutami christian perez

Ciao Matteo...buon lavoro...a presto😜

+ View previous comments

Wound healing

Si definiscono ferite difficili tutte quelle lesioni acute o croniche che, spontaneamente od a seguito di terapie, si manifestano resistenti e non giungono a guarigione.
Le problematiche possono essere di varia natura:

• Lesioni da decubito
• Ulcere vascolari (venose, arteriose e miste)
• Ulcere in presenza di immunopatie
• Perdite di sostanza conseguenti a stravaso di chemioterapici
• Ulcere diabetiche
• Osteomieliti ed osteiti
• Infezione di protesi articolari
• Ulcere post-traumatiche

I tessuti colpiti da queste patologie hanno scarsa capacità di autoguarigione e rappresentano una vera e propria sfida per lo specialista di settore che ad oggi non dispone di strumenti risolutivi. La chiave di volta per il trattamento delle ferite difficili può essere trovata con
l'ausilio della "medicina rigenerativa", sfruttando la capacità biologica delle proprie cellule di invertire i processi degenerativi per avviare un percorso di auto riparazione dei tessuti necrotici e danneggiati.
Le lesioni cutanee croniche interessano almeno lʼ1% della popolazione generale e il 3,6% della popolazione al di sopra dei 65 anni.

Perché si parla di cellule mononucleate Wound Healing?

Le cellule mononucleate da sangue periferico sono un prodotto tissutale che si è anche dimostrato essere molto efficace nella cura delle ferite difficili. Il basso costo della procedura e la facilità di accesso al sangue periferico rendono questa terapia una grossa risorsa anche in termini economici se rapportata con lʼattuale aumentare delle spese sostenuta per la cura di queste patologie.
Le cellule mononucleate svolgono tre principali azioni:
• Angiogenesi: grazie allʼinterazione con il tessuto profondo rilasciano esosomi che concorrono alla formazione di nuovi vasi. Il meccanismo è da considerarsi di tipo paracrino.
• Modulazione dellʼinfiammazione: è dimostrato che un concentrato di cellule mononucleate da sangue periferico introdotto in un tessuto che presenta infiammazione cronica, polarizza il macrofago dalla fase M1 ( fase di quiescenza ) a M2, dando lo "start" per la fase riparativa.
• Differenziativa: le cellule mononucleate, dotate appunto di un solo nucleo, sono capaci di differenziarsi e concorrere alla riparazione dei tessuti.

La procedura, molto semplice e sicura in termini di contaminazione del materiale ematico, consta di 4 fasi:

Prelievo
Processazione
Recupero
Utilizzo

A seguire un video dimostrativo:

youtu.be/0apw1WMnfjo
...

Wound healing
Si definiscono ferite difficili tutte quelle lesioni acute o croniche che, spontaneamente od a seguito di terapie, si manifestano resistenti e non giungono a guarigione.
Le problematiche possono essere di varia natura:
• Lesioni da decubito
• Ulcere vascolari (venose, arteriose e miste)
• Ulcere in presenza di immunopatie
• Perdite di sostanza conseguenti a stravaso di chemioterapici
• Ulcere diabetiche
• Osteomieliti ed osteiti
• Infezione di protesi articolari
• Ulcere post-traumatiche
I tessuti colpiti da queste patologie hanno scarsa capacità di autoguarigione e rappresentano una vera e propria sfida per lo specialista di settore che ad oggi non dispone di strumenti risolutivi. La chiave di volta per il trattamento delle ferite difficili può essere trovata con 
lausilio della medicina rigenerativa, sfruttando la capacità biologica delle proprie cellule di invertire i processi degenerativi per avviare un percorso di auto riparazione dei tessuti necrotici e danneggiati. 
Le lesioni cutanee croniche interessano almeno lʼ1% della popolazione generale e il 3,6% della popolazione al di sopra dei 65 anni.
Perché si parla di cellule mononucleate Wound Healing?
Le cellule mononucleate da sangue periferico sono un prodotto tissutale che si è anche dimostrato essere molto efficace nella cura delle ferite difficili. Il basso costo della procedura e la facilità di accesso al sangue periferico rendono questa terapia una grossa risorsa anche in termini economici se rapportata con lʼattuale aumentare delle spese sostenuta per la cura di queste patologie. 
Le cellule mononucleate svolgono tre principali azioni:
• Angiogenesi: grazie allʼinterazione con il tessuto profondo rilasciano esosomi che concorrono alla formazione di nuovi vasi. Il meccanismo è da considerarsi di tipo paracrino.
• Modulazione dellʼinfiammazione: è dimostrato che un concentrato di cellule mononucleate da sangue periferico introdotto in un tessuto che presenta infiammazione cronica, polarizza il macrofago dalla fase M1 ( fase di quiescenza ) a M2, dando lo start per la fase riparativa.
• Differenziativa: le cellule mononucleate, dotate appunto di un solo nucleo, sono capaci di differenziarsi e concorrere alla riparazione dei tessuti. 
La procedura, molto semplice e sicura in termini di contaminazione del materiale ematico, consta di 4 fasi:
Prelievo 
Processazione
Recupero 
Utilizzo
A seguire un video dimostrativo:
https://youtu.be/0apw1WMnfjo

 

Comment on Facebook

Certamente. Dove lavori ora?

Stupefacente!

Matteo se ti capita di farlo, posso venire a vederlo? Nel reparto dovevo lavoro, ho il 90% dei pazienti che ha questo problema

+ View previous comments

4 months ago

Studio Chirurgico Giovannini

Per questo 2017 ho pensato di augurarvi buone feste proponendovi un grande classico di un cantante che credo sia stata una pietra miliare della musica moderna. Non c'è certamente bisogno di entrare nel dettaglio.Music video by Michael Jackson performing Thriller. (C) 1982 MJJ Productions Inc. #VEVOCertified on October 29, 2010. www.vevo.com/certified ww... ...

Video image

 

Comment on Facebook

Load more